fbpx Le macchine Volanti! | Una copia digitale per la vita online
Una copia digitale per la vita online

Una copia digitale per la vita online

Anche nella vita virtuale è utile fare ordine. E uno dei modi è per farlo è quello di avere un’identità precisa. È su questo servizio che si concentra la startup estone Wolf3D, che crea per i suoi utenti un avatar tridimensionale univoco e utilizzabile su diverse piattaforme di gaming, come anche nelle altre esperienze online e di realtà virtuale.

Grazie a un software chiamato Ready Player Me, viene creata una copia digitale della persona partendo da un selfie scattato semplicemente con la fotocamera di un pc. L’utente ha poi una grande libertà per quanto riguarda la personalizzazione del suo alter ego digitale in modo da farlo sembrare il più possibile simile a se stesso, ma con la possibilità di adattarlo alle diverse situazioni. Addio quindi agli anonimi avatar che vengono proposti ancora da molti videogame.

L’obiettivo di Wolf3D è far sì che Ready Player Me venga integrato dagli sviluppatori in diversi servizi online, primi fra tutti i giochi e la realtà virtuale, in modo tale da rendere l’avatar un elemento costante in tutte queste diverse esperienze. La scommessa della startup è quella di considerare il mondo del gaming un po’ come fosse quello social, dove i vari profili della persona assumono forme leggermente differenti a seconda della piattaforma, ma si basano sempre sull’identità dell’utente che c’è dietro. Il tutto ponendo l’accento sull’importanza della socializzazione online proprio attraverso queste riproduzioni realistiche delle persone.

Wolf3D è stato lanciato ormai sei anni fa da Timmu Tõke, ma inizialmente si occupava di costruire scanner in 3D. Solamente in una seconda fase è cambiato il focus dell’azienda che ha mantenuto l’interesse per il mondo a tre dimensioni, puntando però all’integrazione con le tecnologie di machine learning e quelle di creazione di avatar. Settori che fino ad allora hanno avuto pochi punti di contatto tra di loro.