fbpx Le macchine Volanti! | Tempeste di plastica
Tempeste di plastica

Tempeste di plastica

Non bastavano i frammenti in sospensione nelle acque di mari e oceani: ora la dispersione ambientale della microplastica viaggia anche in aria, via tempeste. Secondo quanto riportato in uno studio pubblicato su Science, nei parchi nazionali degli Stati Uniti “piovono” ogni anno mille tonnellate di detriti plastici, l’equivalente di 300 milioni di bottiglie. Si tratterebbe per lo più di minuscoli frammenti di fibre sintetiche e polimeri residuali di vernici, spray e cosmetici, raccolti dalle raffiche di vento che costeggiano le città e depositati poi nelle aree boschive e naturali, dove entrano nella catena alimentare della fauna locale con esiti disastrosi per la salute animale e la biodiversità. 

L’indagine in questione è stata condotta raccogliendo campioni di sedimenti trasportati per via aerea in corrispondenza di undici diverse stazioni meteorologiche degli Stati Uniti, collocate in aree naturali remote e protette come il Grand Canyon e le Montagne Rocciose. I ricercatori hanno così potuto stimare una concentrazione media di oltre 130 frammenti di microplastiche per ogni metro quadro di terreno nelle aree protette. Le raffiche di alta quota e aria umida tenderebbero poi a raccogliere detriti di maggiori dimensioni, ma anche i venti secchi sono in grado di trasportare microplastiche per migliaia di chilometri, disperdendoli lì dove non dovrebbero stare.

Il problema principale di questa forma di inquinamento ambientale che gli scienziati cominciano solo ora a studiare è rappresentato dal fatto che le microplastiche hanno tempi estremamente lunghi di degradazione, e dunque si accumulano sull’ambiente con conseguenze sulla flora e la fauna non ancora del tutto noti. I risultati di ricerche analoghe condotte in Europa e in Antartide mostrano poi che le tempeste di plastica sarebbero un fenomeno ormai frequente in tutto il mondo, contrastabile soltanto per mezzo di serie politiche di riduzione dell’impiego di plastica nei prodotti e negli imballaggi.