fbpx Le macchine Volanti! | Tecnologia a caccia dell'eterna giovinezza: la silicon Valley punta su Altos Labs
Tecnologia a caccia dell'eterna giovinezza: la silicon Valley punta su Altos Labs
--

Tecnologia a caccia dell'eterna giovinezza: la silicon Valley punta su Altos Labs

L’eterna giovinezza potrebbe arrivare non più da qualche artefatto magico, ma dalla tecnologia: una storia che si è iniziata a scrivere ad Los Altos Hills, in California.

Altos Labs è una startup nata da poco meno di un anno dopo un incontro tra scienziati nella villa dell’imprenditore Yuri Milner: il suo obiettivo è quello di mettere a punto un trattamento che, almeno inizialmente, possa estendere la vita dell’uomo di alcune decine di anni.

Milner è uno dei più grandi investitori della Silicon Valley e ogni anno organizza un concorso aperto ai migliori fisici, biologi e matematici con un premio di tre milioni di dollari. Stando a fonti del MIT, il patron di Amazon, Jeff Bezos, si è unito a lui nel progetto.

Altos Labs sta dunque finanziando progetti di ricerca e innovazione che riguardano l’epigenetica, scienza che studia le modifiche dovute alla relazione tra l’ambiente e l’individuo con ricadute sull’espressione genica senza alterazioni sulle sequenze di DNA.

Tra i ricercatori di fama mondiale dentro la startup ci sono Juan Carlos Izpisúa Belmonte, che da anni si occupa dell’estensione della vita media dell’uomo, e Steve Horvath, inventore di una tecnica per il calcolo dell’età biologica delle singole cellule attraverso parametri epigenetici associati all’invecchiamento. Shinya Yamanaka, premio Nobel per la ricerca sull’inversione dell’invecchiamento, è presidente del Comitato scientifico consultivo.

Anche se veri e propri risultati non sono attesi a breve, è possibile sostenere che si stia configurando un futuro dove sarà possibile riprogrammare e ringiovanire le cellule presenti nel corpo umano, rallentando il loro decadimento.

Al momento il lavoro di Altos Labs si concentra sull’individuazione di un metodo preciso per calcolare l’invecchiamento di una cellula e stabilire dei parametri per determinarne l’età, un processo che darebbe anche indicazioni generali su terapie e medicinali da utilizzare per migliorare la salute delle persone e agire sulla loro longevità.

Nel frattempo, la startup costituita fra Stati Uniti e Regno Unito sta continuando ad espandersi, aprendo sedi in altre parti del mondo incluso il Giappone, dove sta reclutando scienziati del mondo universitario per portare avanti una ricerca a tutto campo sull’inversione del processo di invecchiamento.

Giacomo Lucarini