fbpx Le macchine Volanti! | Quanto sarà calda la Terra nel 2100?
Quanto sarà calda la Terra nel 2100?

Quanto sarà calda la Terra nel 2100?

In vista del prossimo report sul riscaldamento globale dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), in uscita nel 2021, gli scienziati del clima stanno aggiornando i loro modelli previsionali e i possibili scenari socio-economici che potrebbero delinearsi quando la pandemia di Covid-19 sarà rientrata. L’emergenza sanitaria ha infatti catalizzato l’attenzione dei governi e dell’opinione pubblica, col rischio di compromettere gli sforzi fatti negli ultimi anni da scienziati e attivisti nella lotta al riscaldamento globale. Cosa succederà, al termine della pandemia? I governi inizieranno a impegnarsi concretamente nella mitigazione dei cambiamenti climatici o ricorreranno ai combustibili fossili per dare nuovo stimolo all’economia in recessione?

In una recente rassegna pubblicata su Nature, vengono presi in considerazione diversi possibili scenari. Nella migliore delle ipotesi, i governi approfitteranno della crisi in corso per varare un vasto piano comune di riforme energetiche e lotta alle disuguaglianze. Se ciò dovesse verificarsi, precisa Nature con numeri e grafici, l’obiettivo di avere nel 2100 una temperatura superiore di “solo” 1,5° C rispetto ai livelli preindustriali è ancora raggiungibile. Viceversa, in uno scenario business as usual con i governi concentrati nei prossimi anni esclusivamente sulla crisi sanitaria e sul rilancio dell’economia, i gradi in più entro la fine del secolo potrebbero essere addirittura 5.

Secondo alcuni critici, questo secondo “worst-case scenario” sarebbe da scartare poiché ipotizza livelli di consumo dei combustibili fossili irrealistici. In realtà, si legge su Nature, fenomeni non del tutto prevedibili, come il rilascio di metano dallo scioglimento del permafrost, potrebbero condurre a esiti ancor peggiori. I modelli costantemente aggiornati dagli scienziati del clima non prevedono il futuro, ma comprendono e valutano in maniera accurata il rischio cui le scelte sbagliate compiute nel presente ci espongono.