fbpx Le macchine Volanti! | Per pagare basteranno le mani
Per pagare basteranno le mani

Per pagare basteranno le mani

Siete pronti a pagare usando solamente la mano? Tra i tanti colossi che stanno lavorando a questo progetto c’è anche Amazon: il gigante dell’ecommerce sta infatti realizzando dei test all’interno della sua catena di supermercati alimentari Whole Foods per introdurre entro la fine dell’anno questa nuova modalità. Si tratta a tutti gli effetti di una nuova tipologia di riconoscimento biometrico, che non si basa sull’impronta digitale o sul volto, ma sulla forma e la dimensione della mano. 

Sarà sufficiente mostrarla al sensore di uno scanner affinché venga data l’autorizzazione di pagamento alla carta associata alla persona identificata. Un sistema rapidissimo che, stando a chi lavora al progetto, permette il riconoscimento nell’arco di 300 millisecondi. Un elemento da non sottovalutare, visto che ridurrebbe di gran lunga i tradizionali pagamenti con carta (e le code) alle casse dei supermercati. Rimane però ancora da valutare l’effettiva sicurezza di questo sistema.

Parallelamente a queste novità, vengono testate continuamente anche altre soluzioni apparentemente più tradizionali. Uno di questi è sicuramente il pagamento tramite riconoscimento facciale, che sta diventando uno strumento sempre più richiesto in Cina, dove la propensione all’utilizzo di questi sistemi è già avanzato e ci si pongono meno scrupoli riguardo la privacy degli individui.

E così anche i grandi colossi cinesi stanno investendo notevoli cifre in questo settore. Solo per citare le aziende conosciute a livello internazionale, Alipay, braccio finanziario della piattaforma di ecommerce Alibaba, sta portando queste tecnologie in 100 città cinesi. Allo stesso modo Tencent, che possiede la popolarissima app di messaggistica WeChat, ha investito importanti cifre in un sistema di pagamenti tramite riconoscimento facciale che è stato recentemente presentato.