Niente libertà di parola per Amazon Alexa

Niente libertà di parola per Amazon Alexa

Amazon ha rinunciato a far valere il primo emendamento della costituzione americana, quello che difende la libertà d'espressione, nei confronti di Amazon Alexa. Il colosso tech ha rinunciato alla sua battaglia, che aveva lo scopo di impedire alla polizia di "costringere" Alexa a confessare le registrazioni in essa contenuta (e che potrebbero portare informazioni importanti in un caso di omicidio), dopo che la difesa nel processo ha deciso di concedere i dati.