fbpx Le macchine Volanti! | Nel mondo post-pandemia, la realtà virtuale può essere protagonista
Nel mondo post-pandemia, la realtà virtuale può essere protagonista

Nel mondo post-pandemia, la realtà virtuale può essere protagonista

Durante il lockdown i servizi di videochiamata sono stati l’applicazione che ha visto il maggior incremento di utenti in un periodo di tempo piuttosto ristretto. Ma i mesi appena terminati potrebbero aver rappresentato un importante trampolino di lancio anche per il mondo della realtà virtuale, che al momento non ha ancora mostrato tutte le sue potenzialità. Le regole di distanziamento sociale ancora in atto potrebbero giocare un ruolo non indifferente.

La VR potrebbe offrire un’esperienza molto più immersiva per quanto riguarda l’organizzazione delle riunioni online. Un conto è infatti osservare attraverso uno schermo i volti degli altri partecipanti, ma il risultato complessivo sarebbe molto diverso se ci si trovasse virtualmente seduti attorno allo stesso tavolo.

Un altro ambito di applicazione riguarda la vera e propria collaborazione da remoto. Uno dei principali settori di utilizzo è legato alla modellizzazione di componenti o di prodotti finiti, in particolar modo nel mondo dell’automobile. Diverse aziende hanno già adottato queste soluzioni sia per offrire una nuova prova al potenziale cliente che per migliorare il lavoro dal punto di vista del design.

Ulteriore settore in cui la VR potrebbe dare presto una svolta importante è quello della medicina. Qui le applicazioni variano dalla formazione, con la possibilità di simulare operazioni o insegnare agli studenti gli effetti di alcuni farmaci, fino a permettere la collaborazione tra specialisti anche al di fuori della sala operatoria.

Con ogni probabilità il futuro sarà sempre più virtuale ma al momento esistono ancora diversi limiti che tengono a freno il reale sviluppo di queste applicazioni. Per un ampio utilizzo quotidiano ci si deve attendere un importante passo in avanti sia per quanto riguarda la parte software che quella hardware. In particolare deve ancora migliorare la definizione dei visori in VR e la loro indossabilità per un periodo di tempo prolungato.