fbpx Le macchine Volanti! | Negli USA una mappa interattiva monitora l'allarme degli incendi
Negli USA una mappa interattiva monitora l'allarme degli incendi
--

Negli USA una mappa interattiva monitora l'allarme degli incendi

Da molti anni, soprattutto nelle stagioni estive, lo scoppio di incendi rappresenta una delle notizie maggiormente ricorrenti. La “popolarità” di tali eventi non è ricollegabile a un improvviso interesse del pubblico per l’argomento quanto a un aumento oggettivo dei casi di incendio in tutte le aree aride del Pianeta come diretta conseguenza dei cambiamenti climatici. Ondate di caldo che ogni anno sembrano battere i precedenti record, periodi prolungati di siccità, temperature sempre più alte infatti costituiscono l’innesco perfetto per la propagazione degli incendi. Il monitoraggio di questi fenomeni diviene quindi essenziale considerando che un pronto intervento e la conoscenza delle modalità di evoluzione di tali disastri può incidere sulla riduzione del danno.

Wildfires: la funzionalità di Google Maps per affrontare gli incendi
A fornire informazioni relative agli incendi oggi contribuisce anche Google che è in prima linea nella diffusione delle notizie. Lo scorso anno, come primo passo su tale percorso, ha diffuso un numero maggiore di informazioni sia sotto forma di risultati nella barra di ricerca sia su Maps, ma le news si ottenevano solo quando veniva effettuata una ricerca specifica del singolo incendio o si cercava un itinerario che finiva per intercettare un’area colpita dalle fiamme.

A seguito dei numerosi incendi che si sono succeduti nel corso dell’estate 2021 e soprattutto di quelli che hanno colpito in maniera drammatica molte aree degli Stati Uniti, a partire dalla California, il noto portale e motore di ricerca ha sviluppato quindi una nuova versione di Wildfires proprio sulle mappe. Ovvero, grazie ai dati forniti dal National Interagency Fire Center - mostra una serie di dati riguardanti, in contemporanea, una pluralità di più incendi permettendo, così, di monitorare la situazione di territori particolarmente colpiti.

La funzionalità, per ora, è attiva solo  per gli Stati Uniti e consente di mostrare le situazioni più gravi che richiedono evacuazioni significative. Cliccando sulla mappa si potranno ottenere in tempo reale una serie di informazioni utili sul singolo incendio: portali web di emergenza, informazioni sulle modalità di evacuazione, sulle strade chiuse, ma anche sugli acri andati in fumo. Entro il 2021 il noto motore di ricerca punta a includere nel servizio  anche l’Australia che, purtroppo, viene ripetutamente colpita dalle fiamme. Anche in questo caso, però, cercare notizie sugli incendi boschivi, e di conseguenza provare ad agire per tempo, risulterà più facile e immediato.

Letizia Palmisano