fbpx Le macchine Volanti! | Mai più senza jet privato
Mai più senza jet privato
--

Mai più senza jet privato

Uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia e dalle restrizioni è tuttora quello del trasporto aereo. Con i viaggi di piacere praticamente interrotti e quelli di lavoro in drastico calo, sono pochissimi i passeggeri che solcano i cieli. Ma esiste un mercato che anche in una fase di grande difficoltà sta reggendo bene l’onda d’urto.

Si tratta del mondo dei jet privati, velivoli prenotati da singole persone o nuclei familiari che decollano e atterrano in terminal separati rispetto a quelli utilizzati dai comuni passeggeri. Un mercato calato solo del 20% rispetto ai numeri dell’anno scorso, contro il crollo anche dell’80% subito dalle compagnie tradizionali. Alcune delle motivazioni sono immediatamente evidenti.

L’utilizzo di un volo privato permette di entrare in contatto con un numero di persone molto ridotto, diminuendo il rischio di contagio. Ma possono rivelarsi fondamentali anche per lasciare in tempi rapidi una nazione in cui sono in arrivo misure più restrittive o per arrivare velocemente in una che sta per introdurre la quarantena obbligatoria al rientro in patria.

L’aspetto ancora più interessante è che il fenomeno dei jet privati non è legato solamente a un pubblico di milionari. Anzi, ultimamente sono le normali famiglie a farne ricorso per raggiungere in sicurezza i paesi scelti. E c’è anche chi ha già prenotato un volo per i parenti più anziani in modo da ridurre al minimo i rischi per la salute.

La questione del costo non è però del tutto secondaria: voli di qualche ora possono arrivare a costare diverse migliaia di euro. Per questa ragione non è raro che due nuclei familiari si organizzino per viaggiare sullo stesso jet privato. Ma è anche il prezzo da pagare per avere un servizio molto più tagliato sulle proprie esigenze, in un periodo storico di grande difficoltà per i trasporti.