fbpx Le macchine Volanti! | L’ultima assurda moda alimentare invade i social
L’ultima assurda moda alimentare invade i social

L’ultima assurda moda alimentare invade i social

Spesso i social network creano dei trend che rimangono confinati nelle mura del mondo virtuale. Non è però il caso dei video che riprendono persone mentre mangiano e interagiscono con il pubblico, a volte arrivando anche a ingozzarsi. Un fenomeno ribattezzato Mukbang che sta avendo particolare successo in Asia.

Si tratta di un trend nato online ormai diversi anni fa, ma che ha avuto una forte ripercussione sul mondo reale. L’utilizzo così disinvolto del cibo è infatti in netto contrasto con le politiche del governo cinese, che puntano alla sensibilizzazione contro lo spreco alimentare.

Il Mukbang è così oggetto di campagne di discredito da parte dei media controllati dal governo. Parallelamente iniziano a comparire anche i primi avvisi sui social su cui questi stessi contenuti hanno preso piede. Accade sulla popolare app per condivisione di video, Kuaishou, come anche su Douyin, versione esclusivamente cinese di TikTok. Un aspetto singolare è che gli inviti a non sprecare il cibo non si presentano sulle applicazioni cinesi che vengono utilizzate al di fuori del territorio nazionale. Ma non si tratta solamente di una moral suasion: molte star del Mukbang vedono progressivamente i propri video oscurati e alcuni stanno cancellando manualmente i vecchi contenuti.

Una scelta che deriva da una precisa consapevolezza: per i social in Cina è difficile riuscire a condividere video che promuovono idee e stili di vita del tutto contrari a quelli propugnati dall’autorità centrale. Il rischio di essere ricoperti di vergogna anche attraverso una martellante campagna mediatica fa sì che alcuni influencer del settore stiano volontariamente facendo dei passi indietro in maniera preventiva.