fbpx Le macchine Volanti! | Living Farming Tree, l’orto verticale IoT digitalizzato
Living Farming Tree, l’orto verticale IoT digitalizzato
--

Living Farming Tree, l’orto verticale IoT digitalizzato

Coltivare un orto pur vivendo in città, abitare in un grattacielo e, al contempo, allenare il pollice verde, oppure, ancora, coniugare la passione per l’high tech assieme a quella per frutta e verdura “fai da te”. Tutto questo potrebbe essere possibile tramite Living Farming Tree. Si tratta di un orto tecnologico basato su sensori connessi  che, una volta installato, lavora autonomamente e che riesce ad “auto-coltivarsi” con un ridottissimo consumo d’acqua, grazie a un sistema digitalizzato e all’intelligenza artificiale che, in tempo reale, forniscono i dati dello stato di salute dell’orto. Dati che sono consultabili a distanza grazie alla connessione al cloud e alla app dedicata per smartphone.

Anche da remoto si può quindi dosare luce, impostare la temperatura e monitorare le singole piante. Grazie al sistema basato sull’Internet of Things, che personalizza l’ambiente e dosa i nutrienti in base alle esigenze delle singole colture, si possono allora veder crescere ortaggi, piante medicinali e aromatiche o piccoli frutti.

Come nasce il Living Farming Tree
Il progetto è stato sviluppato dalla startup Hexagro ed è frutto del lavoro di giovani menti brillanti e molto giovani: il team è interamente composto da under 30. Il metodo di coltivazione scelto è quello ad alta pressione idroponica che permette di coltivare senza bisogno della terra. Le radici si sviluppano direttamente nell’aria all’interno dei moduli di coltura nei quali acqua e nutrienti sono nebulizzati, riducendo così fortemente l’impronta idrica. Per quanto possa sorprendere,  i dati raccolti mostrano come  grazie a tale tecnologia le piante possono assorbire  ossigeno fino a ventimila volte in più rispetto alle colture tradizionali ed il risparmio d’acqua può essere anche del 98%. Un esempio concreto di come la tecnologia possa sposare l’agricoltura anche in casa o in ufficio.

Letizia Palmisano