fbpx Le macchine Volanti! | Libri per tutti contro il coronavirus
Libri per tutti contro il coronavirus

Libri per tutti contro il coronavirus

Tra i locali che l’emergenza Coronavirus ha fatto chiudere ci sono anche biblioteche e librerie. Per questa ragione l’Internet Archive, famoso per la sua Wayback Machine che colleziona da anni una mole incredibile di pagine web, ha deciso di rendere Open Library. il suo servizio di prestito digitale di libri, più generoso nei confronti degli utenti, inaugurando virtualmente la sua National Emergency Library.

Fino a poco tempo fa, il sistema funzionava analogamente al prestito delle copie fisiche dei volumi. Anche per quelli in formato digitale era possibile consultarne solo un numero limitato, al termine del quale ci si doveva mettere in fila e attendere che si liberasse una nuova copia. L’Internet Archive ha deciso di rimuovere questo limite per 1,4 milioni di libri, offrendo una totale libertà di consultazione. Una decisione che vale almeno fino al prossimo 30 giugno e che è stata molto apprezzata, a giudicare dall’aumento del numero di persone iscritte al servizio dopo questa comunicazione.

Qualcuno ha sollevato la questione legata alla legittimità di una mossa del genere da un punto di vista del rispetto del copyright. Non esistono precedenti che possano fare scuola, ma è davvero difficile immaginare che qualche editore voglia fare causa all’Internet Archive per aver reso disponibile la cultura a chi potrebbe averne più bisogno in tempi di epidemia.