fbpx Le macchine Volanti! | L'auto elettrica e solare fai-da-te
L'auto elettrica e solare fai-da-te
--

L'auto elettrica e solare fai-da-te

Tutti i nomi più importanti dell’industria automotive si sono gettati a capofitto nella progettazione di veicoli a zero emissioni, consapevoli di come quelli dotati di motore endotermico siano destinati a scomparire entro un paio di decenni o forse meno. Gli ingegneri nei laboratori di ricerca e sviluppo sono impegnati a pieno ritmo per perseguire un’innovazione che saprà fare la differenza. Seppur in scala ridotta, un ventitreenne russo, armato di inventiva e buona volontà, si è messo al lavoro con il medesimo obiettivo: è così che dal garage di Nikita Poddubnov è uscita un’auto elettrica, solare e fai-da-te.

Nikita Poddubnov: i big delle quattro ruote prendano appunti
L’estetica non è certo quella di una supercar e qualcuno potrebbe muovere qualche legittima critica all’aerodinamica, ma il prototipo messo a punto dal giovane ha addirittura una marcia in più rispetto a quanto offrono le vetture di ultima generazione: è autosufficiente, a patto che le condizioni meteo siano favorevoli. I pannelli fotovoltaici integrati possono fornire l’energia necessaria per muoversi senza esaurire la carica della batteria, comunque abbastanza capiente per viaggiare sei ore alla velocità di 30 Km/h. Per la costruzione del telaio è stato scelto l’alluminio, così da renderlo il più leggero possibile.

Poddubnov non è nuovo a imprese di questo tipo. Due anni fa, supportato da alcuni amici, ha trasformato una vecchia Moskvič in un’auto elettrica, scontrandosi però con le difficoltà legate principalmente al suo peso eccessivo. Non considera ad ogni modo il risultato raggiunto una meta, bensì un punto di partenza, per apportare ulteriori migliorie e perfezionamenti.

Al fine di convincere i più scettici della bontà dell’idea, entro l’anno intraprenderà un viaggio da Samara, nella parte orientale della Russia, fino alla Cina, percorrendo oltre 3.000 chilometri a bordo della sua creazione. Il tempo dirà se l’iniziativa (costata complessivamente 200.000 rubli, circa 2.300 euro) sia destinata a restare un progetto amatoriale o a evolvere in un’avventura imprenditoriale. Per il momento gli vanno riconosciute creatività e inventiva. Chi lo desidera, può seguirlo sul canale YouTube in cui pubblica ogni aggiornamento.

Cristiano Ghidotti