L'accusa di Google: i nostri progetti rubati e finiti da Uber

L'accusa di Google: i nostri progetti rubati e finiti da Uber

Google accusa un suo ex ingegnere di aver rubato progetti riguardanti le sue auto autonome - in particolare i sensori per la navigazione automatica - che sarebbero poi stati utilizzati da Uber, che da tempo studia per costruire una flotta interamente autonoma entro il 2030. La corte federale di San Francisco sta indagando sul caso, in cui è accusato del furto Anthony Lewandoswki, ex manager che avrebbe scaricato 14mila file segreti prima di dare vita alla propria start-up, Otto, che sarebbe poi stata acquistata da Uber.