fbpx Le macchine Volanti! | La scienza su Instagram ha fatto il botto
La scienza su Instagram ha fatto il botto

La scienza su Instagram ha fatto il botto

È un’icona della divulgazione scientifica in TV, i suoi documentari per la BBC hanno conquistato spettatori appassionati in tutto il mondo, ma David Attenborough, arcinoto naturalista britannico che all’anagrafe conta ormai 94 anni, non vuole proprio saperne di andare in pensione. Anzi, uno dei suoi ultimi progetti guarda al futuro e strizza l’occhio ai consumi digitali delle nuove generazioni: lo scorso 24 settembre, infatti, sir Attenborough ha debuttato su Instagram, con l’apertura del suo account ufficiale e la pubblicazione del primo contenuto sulla piattaforma – un breve video IGTV sulle minacce del riscaldamento globale per gli umani e le altre specie.

Come riportato sul sito dei Guinness World Records, nelle prime quattro ore dopo l’apertura ufficiale l’account Instagram di Attenborough ha superato il milione di follower: nessuno mai ha fatto meglio di lui – secondo, in questa particolare classifica di popolarità, è l’account di Jennifer Aniston, con un milione di follower raggiunto in 5 ore e 16 minuti nell’ottobre del 2019. A supportare Attenborough nella gestione del suo nuovo canale di comunicazione sono i filmaker Collin Butfield e Johnnie Hughes, che hanno collaborato con il naturalista alla realizzazione del documentario A Life On Our Planet, in uscita per Netflix.

“Sono sessant’anni che compaio in TV e in radio”, esordisce Attenborough nel suo post di lancio, “ma questa è la mia prima volta su Instagram”. Volendo dirla con linguaggio naturalistico, per lui si tratta di un nuovo habitat, nel quale però ha già dato prova di trovarsi decisamente a suo agio. Lo scopo, appare ovvio, è quello di continuare a fare divulgazione scientifica negli schermi, siano quelli della TV digitale o di uno smartphone connesso a Instagram. Attenborough detiene anche il primato per la più lunga carriera da presentatore e naturalista televisivo, e in poche settimane è diventato uno degli influencer scientifici più seguiti al mondo, con quasi 6 milioni di follower.