fbpx Le macchine Volanti! | La realtà virtuale per scoprire le stelle
La realtà virtuale per scoprire le stelle

La realtà virtuale per scoprire le stelle

La realtà virtuale non si limita a offrire sempre più applicazioni nel campo dei videogiochi e a livello industriale. A volte riesce anche ad conquistare settori e ambiti in cui sarebbe stato difficile prevederne l’uso. Uno di questi è sicuramente l’astronomia e lo studio dello spazio. Da anni lavora a questo scopo l’ingegnere Tom Grubb, che ha realizzato con il suo team delle interessanti applicazioni in VR e AR (realtà aumentata) da utilizzare all’interno della NASA.

Uno di questi programmi permette di creare modelli tridimensionali di un gruppo di stelle, all’interno dei quali gli studiosi dello spazio possono letteralmente navigare indossando un visore. Questa applicazione – grazie a uno studio della posizione delle stelle realizzato proprio attraverso la VR – ha avuto un’importanza cruciale per arrivare a una classificazione più precisa di alcuni cluster. Il software è stato anche reso disponibile su Github.

Adesso la sfida è tradurre queste potenzialità della realtà virtuale in altre applicazioni per il mondo spaziale. In questo senso si pensa già a come fornire supporto alle missioni spaziali. Uno dei potenziali usi riguarda la progettazione virtuale di componenti e parti indispensabili prima ancora di passare a una loro produzione a livello effettivo. In questo modo si aprono delle interessanti prospettive a livello di risparmio di tempo e di denaro.