fbpx Le macchine Volanti! | La nuova vita delle borse per il food delivery
La nuova vita delle borse per il food delivery
--

La nuova vita delle borse per il food delivery

In Italia, oggi, il food delivery ordinato via digitale rappresenta circa il 25% del mercato delle consegne a domicilio, con un trend in forte crescita. Aumentano i consumi, aumentano i materiali necessari per soddisfare le richieste e, quindi, aumentano gli attrezzi del mestiere dismessi per usura. Si pensi al problema a livello mondiale ed ecco servito un problema sul quale lavorare. Sulla base di questa osservazione, la designer Neng Kho Razali, in collaborazione con l’azienda malese Suri Lifestyle, ha ben pensato di riciclare le borse per le consegne dei rider in zaini per i meno abbienti.

Da una parte, quindi, si risolve il problema del difficile e costoso smaltimento delle borse usurate, dall’altro si dà loro nuova vita trasformandole in accessori resistenti, belli e dal forte impatto sociale. Il lavoro della designer è solo all’inizio. Il progetto, partito a dicembre 2020, necessita di manodopera e di una ingegnerizzazione più avanzata, o per lo meno una filiera produttiva più organizzata, poiché al momento è fin troppo complesso. Ogni borsa, infatti, deve essere smontata nei suoi singoli componenti, che vanno poi puliti, se necessario riparati o rinforzati, e quindi riassemblati. E di borse, davanti alla porta del suo studio, Neng Kho Razali ne riceve a centinaia. Le soddisfazioni che danno linfa al suo lavoro, comunque, non mancano: gli zaini ottenuti sono bellissimi da vedere e di grande utilità, e i primi stock sono stati già donati alla scuola SK Long Pelutan, oltre che agli orfanotrofi Yayasan Anak Yatim e Tadika Istika Jaya. In più, gli zaini sono andati anche ai figli degli autisti di Grab Food, l’azienda di food delivery che rifornisce di borse la designer per perseguire nel suo splendido progetto.

Riccardo Meggiato