fbpx Le macchine Volanti! | La Nasa punta sull'elettrico
La Nasa punta sull'elettrico

La Nasa punta sull'elettrico

Anche l’agenzia spaziale americana si converte all’elettrico, partendo dai velivoli utilizzati in fase di test. Il modello X-57 Mod II è il primo dei cosiddetti X-plane – quelli usati per sperimentare nuove tecnologie – a essere totalmente elettrico. Si tratta inoltre del primo veicolo di questo tipo capace di trasportare al suo interno anche un equipaggio composto da quattro persone.

Con i suoi 14 motori elettrici, l’X-57 va così a prendere il posto del suo predecessore, il Tecam P2006T, che invece disponeva di motori a combustione. Con la versione Mod II saranno intrapresi test a terra e di trasporto dell’equipaggio. Per arrivare alla fase successiva dei test in cielo bisognerà invece attendere il Mod III o il Mod IV.

La Nasa ha già anche comunicato la volontà di condividere in maniera trasparente con aziende ed enti regolatori i risultati raccolti tramite queste sperimentazioni, per poter facilitare lo sviluppo sempre più rapido dell’elettrico, sia da un punto di vista tecnologico che legislativo. Se per questo aspetto si parla soprattutto di certificazioni, sotto il profilo tecnico l’attenzione sarà sempre più focalizzata sul capire come migliorare i sistemi a propulsione elettrica.

Ma i passi in avanti fatti con l’X-57 non si limitano solo alla totale assenza di emissioni di carbonio e all’abbattimento notevole dei costi di rifornimento energetico. Il velivolo infatti è stato realizzato anche per migliorare le performance ad alta velocità e per diminuire l’inquinamento acustico per chi si trova a terra.