fbpx Le macchine Volanti! | La Nasa guarda oltre la Luna
La Nasa guarda oltre la Luna

La Nasa guarda oltre la Luna

La Nasa deve per definizione guardare il più lontano possibile. Il recente piano di budget per il 2021 presentato dal presidente Donald Trump ha destinato all’Agenzia spaziale americana una quantità di fondi superiore rispetto a quella dell’anno passato, utile per portare avanti i piani più ambiziosi.

Il più conosciuto, anche a livello mediatico, è il progetto Artemide che punta, tra le altre cose, a portare sulla superficie lunare la prima donna astronauta della storia entro il 2024. Non solo: Artemide si proietta oltre al nostro satellite e studia anche come arrivare su Marte, magari utilizzando dei robot.

Ma le mire future della Nasa non si fermano qui. Compito della divisione Discovery program è passare al vaglio anche altri progetti sottoposti all’agenzia. Due di questi progetti riguardano Venere: il primo si propone di inviare una sonda per immergersi nella sua densa atmosfera e comprendere maggiormente come il pianeta si sia formato e se abbia mai ospitato un oceano. L’altra missione verrebbe invece realizzata tramite strumenti che, orbitando attorno a Venere, ne studierebbero la superficie.

C’è grande interesse anche nei confronti di Io, satellite di Giove conosciuto per la sua intensa attività vulcanica. In questo caso, una sonda dovrebbe effettuare diversi passaggi piuttosto ravvicinati proprio per studiare questa attività, con un occhio di riguardo alla formazione del magma e alla modalità di eruzione dei vulcani stessi.

Infine esiste un progetto focalizzato su Nettuno e la sua luna ghiacciata Tritone: una sonda dovrebbe transitare vicino al satellite e studiarlo più a fondo per capire se esista davvero un oceano sotto la sua superficie, come previsto dalla navicella Voyager che era transitata nei pressi del pianeta nel 1989.