fbpx Le macchine Volanti! | La carne rossa fa male?
La carne rossa fa male?

La carne rossa fa male?

Il dibattito sulla carne rossa sembra non avere mai fine. Soprattutto ora che un nuovo studio ha di fatto smentito gran parte delle conclusioni a cui si era finora giunti. I ricercatori hanno riscontrato che la riduzione della carne rossa e di quella lavorata non porta a un significativo miglioramento della salute cardiovascolare o a una diminuzione nell’insorgenza dei tumori.

Per arrivare a questa conclusione sono state fatte cinque diverse revisioni sistemiche di studi già precedentemente realizzati: nel complesso si parla di 12 diversi trial clinici che hanno coinvolto all’incirca 54 mila persone. Il panel di 14 esperti ha poi inserito le proprie conclusioni all’interno di un paper pubblicato sulla rivista scientifica “Annals of internal Medicine”.

Le nuove linee guida del gruppo di ricercatori del NutriRECS non ritengono particolarmente utile ridurre la carne rossa e quella lavorata per diminuire il rischio di patologie, tra cui il cancro, il diabete e malattie cardiovascolari. I vantaggi di una scelta del genere sarebbero minimi, se non addirittura nulli.

Una conclusione che ribalta di fatto quanto sostenuto finora da tutte le maggiori organizzazioni del mondo della sanità. Lo Iarc, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, qualche anno fa aveva inserito questi alimenti tra i potenzialmente cancerogeni e aveva consigliato di restare su un consumo massimo di 500 grammi di carni rosse a settimana. Altri enti sono stati anche più restrittivi su questo genere di indicazioni.

Un solo studio in controtendenza non basta a ribaltare completamente quanto detto da molte altre ricerche nell’arco degli ultimi anni. Proprio per questa ragione gli stessi autori si dicono consapevoli che la loro posizione sarà ampiamente dibattuta e dovranno esserci altri studi per verificarne a fondo la validità. Nel frattempo, la parole d’ordine quando si è a tavola rimane “moderazione”.