fbpx Le macchine Volanti! | Il futuro dello sport è high-tech
Il futuro dello sport è high-tech

Il futuro dello sport è high-tech

Dopo mesi di lockdown, il mondo dello sport prova gradualmente a ripartire, anche se a singhiozzo e con molti, necessari cambiamenti in vista nei mesi a venire. Stadi e palazzetti rimangono per ora interdetti agli spettatori, ma si stanno studiando strategie e tecnologie innovative per fare in modo che vi tornino al più presto assieme agli atleti. Come riportato da Wired in un recente articolo, l’industria dello sport non può infatti rimanere ferma troppo a lungo e soprattutto non può sostenersi economicamente senza le entrate di cassa al botteghino. Per molte realtà sportive professionistiche la presenza di spettatori paganti è una vera e propria questione di sopravvivenza.

Ecco allora che il mondo dello sport sta cercando di adattarsi alle conseguenze della pandemia di Covid-19, e lo fa puntando tutto sulle nuove tecnologie con l’obiettivo di garantire la sicurezza di atleti e spettatori in contesti in cui evitare il contatto fisico è pressoché impossibile. La National Football League statunitense sta per esempio mettendo a punto delle speciali visiere protettive da far indossare ai giocatori, mentre le società calcistiche professionistiche stanno valutando l’installazione di sistemi di riconoscimento facciale all’ingresso degli stadi per assicurare la tracciabilità degli spettatori.

I giocatori di basket dell’NBA potrebbero invece sperimentare dei dispositivi indossabili che rilevano i potenziali sintomi di positività al coronavirus, con una valutazione del rischio aggiornata quotidianamente per prevenire ogni possibile focolaio interno alle squadre. E c’è infine chi ipotizza anche di ricorrere a speciali algoritmi per identificare gli spettatori dello stadio che non portano la mascherina o non la indossano correttamente. La spinta verso innovazioni di questo tipo, inimmaginabili fino a prima della pandemia, è dunque molto forte, con gli obblighi di sicurezza che stanno sicuramente accelerando la trasformazione high-tech di molti sport.