Il CEO di Uber si prende un anno di aspettativa

Il CEO di Uber si prende un anno di aspettativa

Travolto da un mare di polemiche - le ultime, e più gravi, quelle relative al modo in cui l'azienda avrebbe coperto alcuni dipendenti accusati da colleghe di molestie e licenziati solo in seguito alla diffusione della notizia - il CEO e fondatore di Uber, Travis Kalanick, ha deciso di prendere un anno di congedo. Un anno che, secondo il consiglio d'amministrazione dell'azienda, sarà sfruttato per "ricostruire da zero" la cultura aziendale del colosso del ride-sharing. Il timone della società diventa così condiviso e passa nelle mani di 14 dirigenti: "Se vogliamo una nuova Uber, c'è bisogno anche di un nuovo Kalanick", ha scritto il CEO nella sua lettera.