fbpx Le macchine Volanti! | I videogiochi rendono felici
I videogiochi rendono felici

I videogiochi rendono felici

Nel mondo della tecnologia, l’associazione tra utilizzo di videogiochi ed effetti negativi sul benessere mentale è uno degli stereotipi più forti. Un’opinione diffusa che si basa sulla credenza che i videogame possano incidere negativamente sulla socialità, sulle capacità cognitive e sull’intelligenza emotiva delle persone. Assunti che alcuni scienziati hanno provato a smontare.

In particolare Andy Przybylski dell’Oxford Internet Institute ha voluto ribaltare questa visione con dati scientifici, dimostrando il legame tra uso dei giochi e felicità personale. Una ricerca realizzata utilizzando in particolare due videogame, ossia Animal Crossing e Plants vs Zombies. Le rispettive aziende sviluppatrici, Nintendo ed EA, hanno diffuso i dati sull’utilizzo dei loro prodotti mentre i ricercatori hanno sottoposto un sondaggio agli appassionati di videogame. È così emerso che chi aveva giocato per quattro ore a Plants vs Zombies si era descritto come più felice di chi non lo aveva fatto. 

Lo studio rappresenta solamente un punto di partenza per questo genere di analisi e vanno inoltre prese in considerazione alcune premesse. Innanzitutto non è sufficiente il videogame a rendere felice una persona. Inoltre, la correlazione con il benessere mentale è legata alla tipologia di videogioco preso in considerazione e non può essere ritenuto un collegamento valido a priori. Va infatti ricordato che Animal Crossing e Plants vs Zombies sono strutturati in modo tale da richiedere un alto grado di interazione sociale.

Ma nello studio emerge anche un altro aspetto, confermato già in ricerche passate. Gli individui che non riescono a soddisfare le proprie esigenze personali e si sfogano sui videogiochi, ottengono punteggi inferiori relativi al benessere. Questo elemento riesce così a riportare l’attenzione anche sul discorso dell’abuso nell’utilizzo dei videogame, che nelle forme più gravi può essere considerato come un disturbo mentale.