fbpx Le macchine Volanti! | Google Maps cambia per ridurre l'impatto ambientale dei nostri spostamenti
Google Maps cambia per ridurre l'impatto ambientale dei nostri spostamenti
--

Google Maps cambia per ridurre l'impatto ambientale dei nostri spostamenti

Sono innumerevoli le aziende che oggi si stanno impegnando per ridurre il proprio impatto ambientale. Oltre ad avviare processi di trasformazione interna verso ecosistemi sempre più green, le Big Tech sentono più di altri il peso della responsabilità e progettano applicazioni e funzionalità in grado di aiutare gli utenti a fare lo stesso: parola d’ordine consapevolezza. Un interessante passo verso una tecnologia sempre più a supporto della sostenibilità, del benessere e delle buone abitudini viene da casa Google, in cui si lavora a diversi aggiornamenti dell’applicazione Maps.

Uno strumento che oggi conta più di un miliardo di utenti attivi mensili e con cui un miliardo di km vengono percorsi al giorno, non sceglierà più automaticamente i percorsi più veloci ma consiglierà quelli più eco-friendly.

L’impatto ambientale dei viaggi verrà calcolato sulla base dei dati forniti dal National Renewable Energy Laboratory del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, considerando fattori come il consumo di carburante, l'inclinazione della strada e la congestione del traffico. In generale, l’algoritmo ragionerà in termini di CO2 prodotta dallo spostamento.

Inoltre, Google Maps fornirà nuove informazioni meteo riguardo la qualità dell’aria, rilevando la presenza di incendi ed il livello di inquinamento atmosferico.

La strada più ecologica sarà proposta di default e indicata con una foglia verde, ma rimarrà comunque la possibilità di scegliere il percorso desiderato da parte dell’utente. Saranno inclusi anche dati e statistiche per orientare l’utente verso la scelta migliore per l’ambiente.

La tecnologia può aiutare a reperire informazioni, consolidare nuove abitudini, prestare attenzione alle azioni e alle scelte ma la nostra volontà resta l’unica reale possibilità di assumere uno stile di vita più sano per noi e per l’ambiente che ci ospita. Partire dagli strumenti giusti è già un buon passo per iniziare.

Laura Fasano