fbpx Le macchine Volanti! | Glossario: Meme
Glossario: Meme
--

Glossario: Meme

Il significato di meme, nel campo digitale, risiede tutto nella sua etimologia: deriva, infatti, dal greco mímēma, vale a dire “imitazione”. E così, anche nel mondo dei bit, meme si rifà a qualsiasi tipo di modello, inteso come idea, azione, comportamento o stile, che dà vita a una serie di imitazioni. Col passare del tempo, il significato si è esteso anche ai contenuti digitali, che diventano meme nel momento in cui sono imitati e diffusi.

L’origine del termine meme, tuttavia, ha radici ben più profonde di quelle digitali. Lo coniò, per primo, il biologo, etologo e divulgatore Clinton Richard Dawkins: nel suo libro del 1976, “Il gene egoista”, utilizzò il termine meme per spiegare il meccanismo di diffusione delle informazioni culturali dal punto di vista genetico. Da qui, nacque addirittura la memetica, cioè la scienza che studia i memi.

Il primo tentativo di importare il meme genetico nel mondo digitale lo fece Mike Godwin, nel numero del giugno 1993 della rivista Wired, quando si riferì agli “Internet meme” come a comportamenti destinati a essere imitati e diffusi grazie alla Rete. Difficile, poi, stabilire quale fu il primo meme in assoluto a diffondersi su Internet, mentre tutti concordano su quale sia stata la prima tipologia a beneficiarne. Si trattava dei così detti “demotivator”: immagini dallo sfondo nero su cui campeggiano scritte di colore bianco, in carattere Times New Roman, con frasi a effetto. A seguire, i LOLCat, piccole immagini che raffigurano gatti in posizioni curiose, accompagnate da frasi che le interpretano in modo divertente.

Per avere il primo meme video degno di questo nome si deve attendere, invece, la nascita di YouTube, nel 2005. Un paio di anni dopo si diffuse infatti il “rickrolling”, nel quale si veicolava un link con una frase a effetto che invogliasse a cliccarlo, per poi ritrovarsi davanti a una clip del video Never Gonna Give You Up di Rick Astley. Il cantante americano, dopo i fasti del passato, conobbe una vera e propria seconda vita artistica grazie a questo meme, che ha portato il video originale a superare il miliardo di visualizzazioni.

Riccardo Meggiato