fbpx Le macchine Volanti! | Glossario: Intelligenza Artificiale (AI)
Glossario: Intelligenza Artificiale (AI)
--

Glossario: Intelligenza Artificiale (AI)

L'Intelligenza artificiale (in inglese Artificial intelligence AI) è una branca dell'informatica con la quale si conferiscono alle macchine specifiche caratteristiche come per esempio le percezioni visive, spazio-temporali e decisionali per aumentarne ed ampliarne la potenza di calcolo. Questa disciplina cerca di avvicinare il funzionamento dei computer alle capacità dell'intelligenza umana e di usare simulazioni informatiche per fare ipotesi sui meccanismi utilizzati dalla mente umana.

Possiamo quindi parlare di algoritmi in grado di imparare sia dalle proprie attività che dai propri errori. Tramite l’apprendimento automatico (machine learning), una macchina è in grado di imparare a svolgere una determinata azione anche se tale azione non è mai stata programmata o prevista tra le azioni possibili.

Tutto ciò è nato dall’esigenza di supplire all’incapacità degli esseri umani di interpretare e prendere decisioni complesse basate sulla sempre più grande mole di dati disponibili. Come sappiamo, invece, i computer sono estremamente efficienti nel calcolare queste combinazioni per arrivare alla decisione migliore. Per questo possiamo dire che l’Intelligenza Artificiale rappresenti già una realtà e non più uno sviluppo futuro, essendo abbondantemente utilizzata anche nel quotidiano.

Dalle auto al gaming alla medicina
Ci sono molti ambiti di applicazione in cui l'AI si è talmente radicata da non essere più percepita come tale come per esempio quello automobilistico con i progetti di veicoli a guida autonoma, o, molto più diffusi, a guida semi automatica in cui viene sfruttata per attuare cambi di velocità. Il machine learning ha fornito un importante contributo allo sviluppo del settore della programmazione di giochi come gli i scacchi o il backgammon, così come nelle analisi predittive del mercato azionario e anche nella medicina, con l'utilizzo delle reti neurali per valutare il battito cardiaco. Interessanti le applicazioni nella generazione di testi o nella traduzione in maniera sempre più precisa da una lingua all'altra: il Washington Post ad esempio, già nel 2017 dichiarò di aver pubblicato in un anno 850 news elaborate da un'intelligenza artificiale. E infine, negli smartphone e dispositivi mobili di ultima generazione, con la presenza di sensori in grado di rendersi conto se ci si sta muovendo a piedi o in veicolo impostando la modalità di guida per garantire la massima sicurezza o nel campo della videosorveglianza con il riconoscimento di determinati oggetti o situazioni al fine di generare allarmi.

Il mercato italiano dell'intelligenza artificiale si presenta ancora agli albori: nel 2018 ha raggiunto un valore di 85 milioni di euro, ma sta crescendo rapidamente e la sensazione è che scopriremo presto molti altri ambiti che oggi non riusciamo ancora a immaginare.

Bernardo Mannelli