fbpx Le macchine Volanti! | Glossario: Ghosting
Glossario: Ghosting
--

Glossario: Ghosting

Si conosce una persona e in seguito si continua a rimanere in contatto, utilizzando i social, le e-mail o delle app di messaggistica. Ci si scrive, ci si vede, tutto sembra andare per il meglio. Improvvisamente, l’altra persona non risponde più ai messaggi. Neppure li visualizza. Le chiamate cadono nel vuoto o entra sempre la segreteria. Questo è il più classico dei casi di quello che viene definito ghosting.

Ghosting (sostantivo) e fare ghosting (verbo) sono termini che si sono diffusi sempre più a partire dalla metà degli anni Duemila, fino a entrare nel linguaggio comune del web e dei social, con tanto di articoli dedicati ed approfondimenti psicologici.

Gli strumenti digitali e le piattaforme social hanno certamente permesso una maggiore facilità non solo di far nascere, ma anche di far “sparire” delle relazioni, che siano appena nate e superficiali o anche avviate da tempo.

Quando si dice “subire ghosting” o “fare ghosting” si intende quindi una brusca interruzione unilaterale e immotivata, perlomeno per una delle due parti, di un rapporto di corrispondenza. I contatti vengono resi impossibili per una persona, semplicemente perché l’altra li fa cadere nel vuoto, dai messaggi di testo alle e-mail, dalle chat alle chiamate.

Il fenomeno è stato oggetto di svariate analisi anche in campo clinico, dato che comportamenti di questo tipo possono ferire chi li riceve e amplificare forme di frustrazione che derivano da inganno, abbandono, aspettative disattese.

Da notare che accanto all’originale ghosting si sono sviluppati altri due termini in diretta correlazione: se ad un tratto la persona che si era smaterializzata come un fantasma “resuscita” e torna a contattare chi è stato ignorato, quasi come niente fosse, il fenomeno prende il nome di zombeing, da zombi, i celebri mostri “non-morti” creati dal regista George Romero.

C’è poi quello che viene definito orbiting, un secondo step del ghosting: il “fantasma”, ovvero chi è sparito, continua a “infestare” lo spazio digitale dell’altra persona, interagendo con i suoi contenuti (visualizzare i contenuti in modo tracciabile, lasciare like e altre reazioni sui post) ma continuando a rimanere irreperibile in maniera diretta.

Giacomo Lucarini