fbpx Le macchine Volanti! | "Coltivare" la luce che arriverà direttamente dalle piante
"Coltivare" la luce che arriverà direttamente dalle piante
--

"Coltivare" la luce che arriverà direttamente dalle piante

Dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) arriva una ricerca che nonostante sembri far parte del mondo della fantascienza, pone le basi per un futuro in cui le piante illuminano al posto delle tradizionali lampadine.

Si parla di nanobionica vegetale, ambito scientifico che si occupa del potenziamento delle specie verdi utilizzando nanostrutture non biologiche.

Un team di scienziati e ingegneri ha scoperto che con l’utilizzo di particolari nanoparticelle contenenti luciferasi e luciferina (molecole responsabili del fenomeno della bioluminescenza in natura, ad esempio nelle lucciole) è possibile potenziare le piante per far sì che immagazzinino e riemettano luce in modo graduale nell’ambiente.

Il gruppo di ricercatori è già stato protagonista di interessanti esperimenti durante gli scorsi anni: hanno trasformato piante di spinaci in una sorta di sensori in grado di rilevare esplosivi, dando alle foglie la capacità di comunicare lo stress idrico.

Al momento siamo già alla seconda generazione di piante luminose: se le prime erano capaci di "caricarsi" ed emettere una luce fioca, oggi, se esposte alla luce blu di un Led possono splendere per un’ora con intensità progressivamente calante, ma ben 10 volte più intensa della prima generazione. La soluzione ideata prevede la creazione di una sorta di condensatore fatto di nanoparticelle di alluminato di stronzio, infuse nella pianta attraverso gli stomi.

Per lo studio è stata utilizzata la pianta di crescione, ma l’obiettivo è di espandere la dinamica a più piante per creare, a lungo termine, una nuova modalità di illuminazione passiva, a bassissimo impatto ambientale e ridurre l’utilizzo di energia elettrica. Se un giorno la vegetazione urbana riuscisse a illuminare passivamente le strade e le aree pubbliche, anche solo permettendoci di ridurre l’utilizzo di luci elettriche, avremmo un grande risparmio in termini di elettricità su larga scala e un grande passo verso la sostenibilità ambientale.

Laura Fasano