fbpx Campioni artificiali di copywriting
Campioni artificiali di copywriting

Campioni artificiali di copywriting

Che l’intelligenza artificiale sia destinata a cambiare radicalmente il mondo del lavoro già si sapeva, ma sino a poco tempo fa pareva che le professioni creative o che implicano l’uso del linguaggio non fossero automatizzabili, almeno nel breve periodo. È invece notizia degli ultimi tempi che la JPMorgan Chase, la più grande banca degli Stati Uniti, ha firmato un accordo per impiegare sistemi di intelligenza artificiale in grado di aumentare l’efficacia persuasiva degli annunci pubblicitari.

La startup in questione si chiama Persado e, stando a quanto sostiene la stessa JPMorgan Chase, i suoi algoritmi di machine learning sarebbero in grado di riscrivere gli annunci creati da copywriter umani rendendoli ancora più efficaci. Dai test effettuati risulta infatti che le sponsorizzazioni digitali di mutui rimaneggiate dai software della Persado hanno ottenuto anche il doppio dei click di quelle scritte dai soli marketer della JPMorgan Chase. Il successo del software sarebbe riconducibile alla sua capacità di attingere da un database con oltre un milione di parole chiave etichettate come particolarmente persuasive ed emozionanti.

«Il sistema di intelligenza artificiale della Persado è incredibilmente promettente», ha dichiarato Kristin Lemkau, chief marketing officer della JPMorgan Chase. Il colosso newyorkese dei servizi finanziari ha cominciato a testare la tecnologia nel proprio settore marketing solo tre anni fa, ma l’azienda spera ora di sfruttarne i benefici anche nella comunicazione interna e nel customer-service. Nel 2017, sempre alla JPMorgan Chase era invece stato implementato uno speciale algoritmo in grado di ridurre a pochi secondi il tempo di revisione dei documenti, un’attività che in precedenza avvocati e agenti di prestito portavano a termine in migliaia di ore all’anno.