fbpx Le macchine Volanti! | Anche gli influencer hanno un loro sindacato
Anche gli influencer hanno un loro sindacato

Anche gli influencer hanno un loro sindacato

A quanto pare, il lavoro più nuovo che esista – quello dell’influencer – ha bisogno della difesa di uno strumento novecentesco come il sindacato. Lo dimostra la nascita di realtà come l’American Influencer Council, lanciato durante la scorsa estate, o il Creator Union (TCU) avviato invece nel Regno Unito.

Uno degli aspetti che desta maggiore curiosità è capire quali siano le battaglie che i creativi dell’era digitale vogliono combattere facendo gruppo. Nell’immaginario collettivo, spesso si pensa che questo non sia neanche un lavoro, e diventa così difficile immaginare quali siano i diritti da rivendicare. Ma le cose non stanno così. Lo sfruttamento esiste infatti anche tra i professionisti del mondo social. Mancati pagamenti o remunerazioni minori di quanto concordato, per esempio: ingiustizie che vanno poi a sommarsi ad altre radicate in maniera ancora più profonda all’interno della società.

Una di queste è la differenza tra le retribuzioni di creativi appartenenti alla comunità afroamericana o a quella Lgbt. Senza dimenticare poi i continui soprusi che riguardano invece i furti di immagine da parte dei brand o la firma di contratti con poche garanzie. Fenomeni che si amplificano quando si tratta di influencer ancora poco conosciuti.

La blogger di moda Nicole Ocran e l’esperta del mondo degli influencer Kat Molesworth, cofondatrici di TCU, stanno provando a far riconoscere ufficialmente la propria organizzazione, per spingere un numero ancora più elevato di personalità social a fare fronte comune. Ma l’aspetto interessante è che anche molte aziende sono favorevoli a fissare regole più chiare e trasparenti con chi lavora nel mondo del digitale. La vera sfida è capire se queste forme di sindacato del XXIesimo secolo possano davvero ottenere risultati concreti, soprattutto in un mondo estremamente frammentato e competitivo come quello degli influencer.