fbpx Le macchine Volanti! | Acqua e legno per rendere l’accumulo energetico sostenibile
Acqua e legno per rendere l’accumulo energetico sostenibile
--

Acqua e legno per rendere l’accumulo energetico sostenibile

Quella dell’accumulo energetico efficiente e sostenibile è una questione che gran parte della ricerca mondiale sta provando a risolvere: per far sì che l’utilizzo di batterie sostenibili diventi una prospettiva concreta per il futuro, ad esempio, della mobilità elettrica o dell’energia negli spazi abitativi, occorre pensare a nuove soluzioni utili a sostituire le fonti di energia tradizionali e, in particolare, i combustibili fossili.

Arriva dall’Università di Linköping e dalla sua startup spin-off Norrköping Ligna Energy una proposta innovativa per rispondere a questo bisogno: una nuova generazione di batterie organiche sicure, ecologiche e dotate di un’elevata densità di potenza.

Un prodotto già brevettato che pone le sue basi su due scoperte: la generazione di elettrodi a base di legno e un nuovo tipo di elettrolita a base d’acqua, elementi facilmente reperibili, non infiammabili in grado di dare buone prestazioni mantenendo il costo molto contenuto (lignina, carbonio e polielettrolita non costano più di 1 dollaro al kg).

Al contrario, le più utilizzate batterie a celle di litio presentano un ciclo di vita particolarmente complesso con influenze su fattori economici, normativi, geopolitici e infrastrutturali. La soluzione ideata dai ricercatori della Linköping risolve il problema precedentemente incontrato con altri sistemi di accumulo sostenibile: la rapida autoscarica che impossibilitava l’immagazzinamento di energia per più di un giorno.

Queste nuove batterie organiche utilizzano elettrodi con materiali a base di legno realizzati con un’apposita stampante: “migliori dei normali condensatori, con le stesse prestazioni delle batterie al piombo”, dichiara il professor Xavier Crispin.

Si stima che nei prossimi anni la richiesta mondiale di accumulatori crescerà 14 volte rispetto al 2018 (dati Erion Energy, Consorzio dedicato ai Rifiuti di Pile e Accumulatori): ecco perché la ricerca di soluzioni alternative alle batterie già utilizzate costituisce un grande ulteriore passo verso un futuro più rispettoso del pianeta e della nostra salute, consentendo di alimentare e accrescere diversi ambiti fondamentali per lo sviluppo sostenibile.

Laura Fasano