I dieci lavori del futuro

I dieci lavori del futuro

11.01.2018 | Non solo per smanettoni ed esperti di intelligenza artificiale.

Una cosa è certa: se state per intraprendere la carriera accademica – o comunque siete ancora in una fase in cui potete scegliere quale sogno perseguire – non potete ignorare il fatto che sempre più lavori vengono oggi svolti dalle macchine e che questa tendenza continuerà ad aumentare. Se per qualche ragione volete diventare, per esempio, un agente immobiliare, tenete presente che anche questo lavoro è incluso nell’elenco di quelli che potrebbero venire automatizzati nel giro di qualche anno; assieme al camionista, tipografo, operatore di call center e molti altri ancora.

I lavori che con tutta probabilità verranno a breve completamente automatizzati (fonte: Business Insider).

Tutta colpa dell’intelligenza artificiale, che rende le macchine capaci di svolgere lavori sempre più complessi – ormai ci sono AI che assistono gli avvocati e i medici – e quindi di continuare a rosicchiare la quota di mestieri che fino a poco fa si pensava che fossero completamente al riparo dalle ambizioni di robot ormai fin troppo istruiti. E allora, quali sono i dieci lavori che hanno davanti il futuro più roseo?

1. Ingegnere informatico per l’intelligenza artificiale – Non c’è di che stupirsi: se le AI stanno rubando lavoro all’uomo, chi di sicuro non deve temere per il proprio posto di lavoro sono gli uomini che progettano le AI; di cui ci sarà bisogno almeno finché le intelligenze artificiali non saranno in grado di progettarsi da sole facendo completamente a meno dell’elemento umano (ma a quel punto avremo altri problemi di cui preoccuparci). Tra l’altro, la paga è molto buona: negli Stati Uniti il salario medio di entrata di un AI engineer è superiore a 80mila dollari.

2. Sviluppatore di app – Si stima che questa professione richiederà il 20% in più di impiegati nei prossimi dieci anni (dati Kiplinger); se vi chiedete la ragione di questo incremento, basta guardare il palmo della vostra mano e osservare l’oggetto che con tutta probabilità sta reggendo in questo momento.

3. Analista programmatore – Anche questa professione è tipicamente per smanettoni ed è destinata a crescere di oltre il 20%. Qualunque sia il campo professionale o l’azienda, una cosa è certa: avrà bisogno di un analista che si assicuri che tutto il sistema informatico della società funzioni a dovere. È un lavoro che in parte sta venendo automatizzato, ma dal momento che i network sono sempre più complessi, ancor per un bel po’ sarà assolutamente al sicuro.

4. Infermiere – Finalmente una professione non tecnologica, destinata a crescere del 30% (a livello di impiegati nel settore) nei prossimi dieci anni. La ragione è abbastanza intuibile: si vive sempre più a lungo e di conseguenza c’è sempre più bisogno di lavoratori negli ospedali, nelle case di cura e che offrano assistenza agli anziani. Una scommessa vinta in partenza.

5. Fisioterapista – La generazione del boom economico ormai sta invecchiando. E usa una buona parte dei suoi risparmi per rimanere in forma e vivere più a lungo (vedi punto precedente). E allora ecco una professione destinata a crescere del 30%, soprattutto per il numero crescente di persone che ha bisogno di terapie per la riabilitazione dopo aver subito traumi o aver attraversato malattie più o meno invalidanti.

6. Manager sanitario – È in parte lo stesso discorso: sempre più persone si affidano a strutture ospedaliere o a servizi che si occupano della salute, e quindi queste strutture (sempre più spesso private) hanno bisogno di persone che sappiano gestirle e supervisionarle. Il loro lavoro è anche quello di gestire e monitorare i dati sanitari dei pazienti, ragion per cui sono richieste anche buone competenze informatiche. La professione dovrebbe crescere nel giro di dieci anni del 18%.

7. Igienista dentale – Denti, denti e denti: la loro cura è diventata sempre più importante e prima che dei robot possano lavorare negli studi dentistici passerà ancora un bel po’ di tempo. Per la stessa ragione, anche la professione di dentista è destinata ad aumentare parecchio. Ma il picco maggiore (+19%) lo toccano gli igienisti dentali, che negli studi avranno il compito non facile di permettere al dentista di visitare quanti più pazienti possibili.

8. Analista di mercato – Dalla salute alla finanza, è sempre una questione di tecnologia. Che permette di raccogliere sempre più dati sui comportamenti dei consumatori e quindi rende sempre più prezioso il lavoro di persone che sappiano analizzarli correttamente e metterli a frutto. Una professione che crescerà del 20%.

9. Consigliere finanziario – Piani pensionistici privati, desiderio di trovare soluzioni che consentano guadagni più importanti dei classici BOT e importanza crescente del settore finanziario: non c’è da stupirsi se sempre più famiglie si rivolgono a un consigliere per capire come far fruttare al meglio i propri risparmi. La professione dovrebbe crescere del 23%.

10. Logopedista – Difetti di pronuncia, riabilitazione in seguito a una malattia, problemi di dislalia e simili. Fino a poco fa, non ci si dava poi così tanta importanza, ma le cose sono cambiate. Ragion per cui il mestiere di logopedista è una professione in grande crescita (+21%).

Tirando le somme, si intuisce facilmente come i campi in cui concentrarsi per avere un brillante futuro professionale siano soprattutto tre: tecnologia, salute e finanza. Senza dimenticare che ormai tutti questi lavori richiedono alcune competenze informatiche e che la capacità di saper analizzare i dati diventerà sempre più centrale.

 
l'autore
Le Macchine Volanti