Facebook e Google si mangiano l'open web

Facebook e Google si mangiano l'open web

08.11.2017 | L'analisi del blogger André Staltz mostra impietosamente come i due colossi stiano rapidamente divorando la rete.

Già prima del 2014, un sacco di persone usavano Google, Facebook e Amazon. Oggi, ci sono sempre tantissime persone che usano i servizi di questi tre giganti. Non è cambiato poi molto, e l'interfaccia utente di questi siti è rimasta letteralmente uguale a prima. Tuttavia, le soggiacenti dinamiche del potere nel web sono cambiate drasticamente e queste tre compagnie sono al centro di una fondamentale trasformazione della rete. 

Ciò che è cambiato negli ultimi quattro anni è la quota di mercato del traffico sul web: oggi Google e Facebook influenzano direttamente oltre il 70% del traffico internet. Il traffico internet mobile rappresenta oggi la maggioranza del traffico mondiale e nella sola America Latina i servizi di Google e Facebook rappresentavano il 60% del traffico mobile già nel 2015, percentuale cresciuta fino al 70% sul finire del 2016. Il restante 30% di traffico è diviso tra tutte le altre applicazioni e siti web. I dispositivi mobili, quindi, sono utilizzati principalmente per accedere a Google e al network di Facebook.

Sembra che non sia cambiato nulla dal 2014, ma Google e Facebook oggi influenzano direttamente oltre il 70% del traffico internet.

La fetta di internet rappresentata dall'open web continua a diminuire; stupisce al contrario la crescita esponenziale di Facebook.

Continua a leggere l'analisi di André Staltz sul suo blog.

"Cose dalla rete" è l'archivio de Le Macchine Volanti per salvaguardare, conservare e diffondere i contenuti di valore presenti sul web.